Civiltà Italiana esprime apprezzamento per l’impegno della consigliera regionale Antonietta La Porta (Lega) in tema di trasporti.

Civiltà Italiana esprime apprezzamento per l’impegno della consigliera regionale Antonietta La Porta (Lega) in tema di trasporti.

15 aprile 2019

Osservatorio

Civiltà Italiana esprime apprezzamento per l’impegno della consigliera regionale Antonietta La Porta (Lega) in tema di trasporti.

Desideriamo esprimere il nostro apprezzamento per l’impegno della consigliera regionale della
Lega, Antonietta La Porta, verso l’importante tematica del trasporto pubblico, in particolare del
collegamento con Roma tramite ferrovia. La Porta, componente, in passato, del nostro
Osservatorio Trasporti, si è mossa sin dai primi giorni dal suo insediamento contattando i vertici
della TUA e incontrando, a Roma, l’ad di RFI Maurizio Gentile.

L’ad di RFi Maurizio Gentile e la consigliera regionale Antonietta La Porta

I temi riguardanti la mobilità su ferro, la velocizzazione del collegamento con Roma sono stati
approfonditi dal nostro Osservatorio e sono stati oggetto di numerosi convegni, di cui ci siamo fatti
promotori. Abbiamo, più di una volta, messo in evidenza la cattiva gestione del trasporto pubblico
in Abruzzo ritenendo, da sempre, fallimentare il processo di fusione delle tre società di trasporti,
Arpa, Sangritana e GTM, che ha portato alla nascita della TUA.
Da anni raccogliamo il disagio di pendolari della zona della Marsica, che hanno mille difficoltà a
raggiungere la Capitale e l’esigenza di imprenditori, cittadini, studenti ad avere un collegamento
veloce con Roma. Un problema annoso, ma risolvibile, come dimostra anche uno studio di
fattibilità che abbiamo realizzato e reso noto da anni.
Siamo sicuri che la consigliera La Porta, che del tema trasporti ne ha fatto un punto fondamentale
della sua campagna elettorale, con l’impegno e la determinazione che le appartengono, possa
attivare azioni concrete per risolvere una questione annosa e penalizzante per tutto l’Abruzzo
interno.

 

Civiltà italiana

Il Coordinamento regionale

 

15/04/2019